Fino a 17 anni di tempo per la rottamazione delle Cartelle Esattoriali

Rottamazione extra long

Rottamazione extra long arriva fino a 17 anni. Gli ultimi aggiornamenti avviati con il decreto fiscale un mese fa, oggi sono state, rivoluzionate dall’accettazione di alcuni cambiamenti in commissione.

L’opportunità di normalizzare i mancati pagamenti delle cartelle esattoriali diventa extra-long, con la felicità di tutti noi. Ecco tutti i punti che interessano i cittadini con pendenze di pagamento. Il decreto fiscale si prepara a divenire legge con il voto di fiducia della Camera, che dovrà votare oggi sul testo.

Rate non pagate in cassa il 7 dicembre: ecco la prima notizia, che revisiona i termini per il pagamento della vecchia rottamazione, per chi non ha pagato le prime due rate. Se non si è riusciti nel versare la prima “oppure unica”  prevista a luglio o di settembre annunciata dalla prima rottamazione, ora ci si potrà mettere in norma pagando tutta la somma entro il 7 dicembre.

Nel decreto il pagamento doveva essere pagato entro il 30 novembre per non lasciarsi sfuggire i benefici agevolazione fiscale.

  • Recente rottamazione dal 2000 al 2017: La legge introduceva tra gennaio e settembre del 2017 una nuova rottamazione. Adesso si attiva un nuovo prolungamento alla vecchia sanatoria. La rottamazione ha valore per tutti i ruoli dal 2000 a settembre 2017. La nuova manovra avrà altre scadenze e nuove regole per chi vorrà seguirla.
  • Nuova sanatoria: per il debitore che aderisce alla nuova sanatoria extra long avrà un cambio di scadenze. L’avviso lo dirà l’Agenzia della riscossione, infatti questa informerà il debitore sulle varie somme da pagare. Queste giungeranno entro il 30 giugno 2018, divise in 5 rateizzazione: luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019. Su tutte queste rate non vi saranno applicati gli interessi legali.
  • Si può aderire fino al 15 maggio: la scadenza per spedire la richiesta di assenso è fino 15 maggio 2018. Dopo di che l’Agenzia della Riscossione che avrà ricevuto le domande, esaminerà tutti i debitori, per poi comunicare con ogni persona per avviare la pratica di pagamento.
  • Rottamazione bis è utile anche per multe e tasse locali: la rottamazione bis sarà utile perfino per tasse locali, multe, e per le società che vogliono seguire questo nuovo piano di ammortamento.
  • I recuperi delle rate non pagate: la scadenza del 15 maggio ha valore anche per le persone che avevano domandato la rateizzazioni in passato ma che poi per motivi personali non hanno più pagato.

 

Facebook Comments